I GIOIELLI ANTICHI SONO TORNATI IN CAMBOGIA QUASI MEZZO SECOLO DOPO IL FURTO.

I GIOIELLI ANTICHI SONO TORNATI IN CAMBOGIA QUASI MEZZO SECOLO DOPO IL FURTO.

Il furto di questo tesoro è stato perpetrato negli anni Settanta, sotto il regime dei Khmer Rossi di Pol Pot e nel bel mezzo della guerra civile, nella parte della giungla cambogiana che ospita il famoso tempio di Angkor Wat.

Si tratta di una collezione di dieci pezzi composta da una corona, orecchini, bracciali e un ornamento per il petto. Gli esperti concordano sul fatto che questi oggetti risalgono all’Impero Khmer, una potente dinastia che governò tra il IX e il XV secolo su gran parte dell’attuale Cambogia, Thailandia, Vietnam e Laos.

Questi pezzi sono stati scoperti per caso… in un catalogo di vendita online! I gioielli d’oro sono stati presentati per la prima volta in Gran Bretagna. Poi è stato necessario che il governo cambogiano facesse pressioni per il loro ritorno in patria, con l’aiuto di specialisti che hanno passato più di un anno a ispezionare gli oggetti per assicurarsi che fossero autentici. Jonathan Tucker, proprietario della galleria d’arte asiatica di Londra che ospitava il tesoro, ha finalmente accettato di restituire i gioielli. A Phnom Penh è seguita una sontuosa cerimonia alla presenza dei più alti funzionari del Paese, che si sono rallegrati di vedere questi gioielli restituiti al patrimonio nazionale.

EYS-ATC