In India, il prezzo dell’oro gioca sul tasso di natalità

In India, il prezzo dell’oro gioca sul tasso di natalità

Questa è una delle conseguenze più inaspettate delle fluttuazioni permanenti dei prezzi dell’oro. Secondo uno studio pubblicato dall’Università dell’Essex nel Regno Unito, le variazioni del prezzo di acquisto del metallo prezioso inciderebbero sul tasso di natalità e persino sulla sopravvivenza delle ragazze in India. L’oro è una delle componenti principali della dote, una somma pagata dalla famiglia della sposa alla famiglia del futuro marito. Ma quando il prezzo dell’oro è troppo alto, la famosa dote diventa esorbitante. La professoressa di economia Sonia Bhalotra ha collegato logicamente i prezzi dell’oro ai dati sui tassi di natalità indiani. Ha studiato le statistiche negli ultimi trentacinque anni. Ha scoperto che quando il prezzo del metallo prezioso sale, nascono meno ragazze di quando il prezzo scende. Lo studio si riferisce, ad esempio, al periodo successivo al 1985. Anche un leggero aumento del prezzo dell’oro ha portato ad un aumento della frequenza degli aborti.

E i numeri sono stupefacenti. Secondo l’economista, un aumento dell’1% dei prezzi mondiali avrebbe fatto nascere, secondo le stime, 33.000 bambini in poco più di un decennio. La politica della dote non è aneddotica: il censimento del 2011 in India ha mostrato che il rapporto tra ragazze e ragazzi era di 914 per 1.000, con un divario ancora maggiore in alcuni stati del nord. Di conseguenza, nel 2015, il governo locale ha deciso di lanciare una campagna nazionale contro la preferenza maschile. Tra le misure lanciate dall’India ci sono il divieto dell’aborto selettivo e la promozione della scolarizzazione delle bambine. Per quanto riguarda la dote, vietata per legge dal 1961, essa continua a dipendere dal prezzo dell’oro e può costare alle famiglie che ancora la praticano fino a sei volte il loro reddito medio annuo. E quando il prezzo del metallo prezioso sale alle stelle, la dote segue logicamente lo stesso percorso speculativo.

FGE/ATC