Oro al posto del bestiame

Oro al posto del bestiame

Molti paesi stanno aumentando le loro riserve auree. Ma c’è un piccolo Paese dell’Asia centrale che ha deciso di andare ancora più lontano. In Kirghizistan, la Banca Centrale incoraggia le persone a convertire i loro risparmi – principalmente bestiame – in oro.

Tolkunbek Abdygulov, il governatore della banca centrale del paese, sostiene giustamente che l’oro conserva il suo valore a lungo termine nonostante i movimenti del mercato e rappresenta quindi un ottimo modo per investire i propri risparmi. Ha quindi espresso pubblicamente il desiderio di vedere ognuno dei suoi 6 milioni di concittadini con in mano 100 grammi di metallo prezioso. Gli abitanti delle zone rurali del paese, per i quali il bestiame era rimasto fino ad allora un investimento privilegiato, sono stati esortati a vendere i loro animali per comprare oro. La banca centrale si sta impegnando a fondo in questo senso: produce e vende i propri lingotti e offre anche possibilità di stoccaggio nei propri locali.

EYS/ATC