L’oro di Tutankhamon finalmente in mostra al museo del Cairo

L’oro di Tutankhamon finalmente in mostra al museo del Cairo

Per la prima volta nella storia, gli oggetti d’oro scoperti nella tomba di Tutankhamon sono accessibili al grande pubblico nell’ambito di una mostra al Museo Egizio del Cairo.

Il 15 novembre 2017, il Ministro delle Antichità Khaled al-Anany ha inaugurato una mostra temporanea dal titolo “I tesori nascosti di Tutankhamen”. Gli oggetti d’oro al centro della mostra sono stati trovati nella tomba del faraone nel 1922, quando fu scoperto dall’archeologo britannico Howard Carter. La tomba conteneva un vero e proprio tesoro, con 100 pezzi di decorazione per archi, faretre e briglie. Su questi vari pezzi sono state impresse in rilievo immagini di animali da combattimento (soprattutto capre), che curiosamente non compaiono nell’iconografia tradizionale dell’arte egizia. Gli archeologi ipotizzano che questi oggetti provenissero dalla Siria di allora, confermando il suo ruolo importante nella diffusione della cultura durante l’età del bronzo.

Curiosamente, il restauro di questi oggetti è iniziato solo nel 2014, quasi 90 anni dopo la scoperta di Carter… Durante questo periodo, le reliquie sono state conservate, senza mai essere state restaurate. Perché hai aspettato così a lungo? Alcuni dicono che una maledizione è caduta sui membri della squadra di Carter dopo essere entrati nella tomba di Tutankhamen, un re bambino morto all’età di 19 anni più di 3.300 anni fa… Alcuni di loro sono morti rapidamente dopo la scoperta, inspiegabilmente… Eppure, il forziere è stato finalmente aperto e il suo inestimabile contenuto è stato restaurato.
La mostra è aperta per 45 giorni… I pezzi saranno poi trasferiti al Grande Museo Egizio in Piazza Al-Remaya, per essere esposti in occasione dell’inaugurazione parziale del museo nel 2018.

EYS/ATC